2019-12-11

Eccellente risultato per l’impronta di carbonio

Il recente rapporto di Pro Carton sull’impronta di carbonio dimostra non solo che l’industria del packaging in cartone sta riducendo le emissioni di CO2, ma che il suo impatto ambientale è nettamente inferiore rispetto alla maggior parte degli altri materiali di imballaggio. Infatti, l’impronta dichiarata è di soli 326 kg di CO2 per tonnellata di cartone trasformato.

Va inoltre ricordato che tutti i prodotti in carta e cartone integrano due aspetti positivi:

  • sono prodotti da una materia prima rinnovabile, che utilizza come punto di partenza la capacità degli alberi di legare CO2
  • immagazzinano carbonio e ritardano il ritorno di CO2 nell’atmosfera grazie al riciclaggio.

Inoltre, se gestite in modo sostenibile, le foreste consentono di aumentare, o quanto meno stabilizzare, i serbatoi di carbonio. Secondo l’inventario europeo dei gas a effetto serra, le foreste dell’UE-28 sono un bacino netto di carbonio, con un aumento di rimozioni nette di CO2 superiore al 19 % tra il 1990 e il 2014.

L’area Membri del nostro sito contiene non solo il rapporto sull’impronta di carbonio, ma anche il rapporto completo sui dati ambientali e un esaustivo documento Q&A creato per rispondere a tutte le domande dei vostri dipendenti – o clienti – riguardo ai dati e ai rapporti presentati.

Attualmente stiamo collaborando con le organizzazioni del Life Cycle Inventory (LCI) (tra cui ecoinvent e GaBi), alle quali stiamo fornendo dati dettagliati da elaborare sotto forma di statistiche per mettere in luce i vantaggi del cartone.


Pro Carton members, patrons, partners

Smurfit Kappa
Kotkamills
Pankaboard
Baden Board GmbH
Graphic Packaging International
WestRock
RenoDeMedici
Storaenso
WEIG-Karton
Metsä Board
Mayr-Melnhof Karton
Mel
Kartonsan
International Paper
Iggesund
Fiskeby
Billerudkorsnas
International Packaging Group
BOBST
Heidelberg
Sappi
ECMA