Impronta di carbonio

Come industria basata sulla risorsa rinnovabile della foresta, il cartoncino ha un vantaggio unico come materiale da imballaggio. Il cartoncino può affermare che la sua materia prima, derivata da foreste gestite in modo sostenibile, cattura e immagazzina il carbonio, che i cartoni in uso continuano ad immagazzinare carbonio e che il riciclaggio dei cartoni mantiene il carbonio bloccato e ne impedisce il ritorno nell'atmosfera.

L'impronta di carbonio dei cartoni è la misurazione dell'effetto del loro processo di produzione sull'ambiente. Pro Carton ha misurato i processi di produzione dell'industria europea del cartoncino e del cartone e ha registrato un miglioramento delle prestazioni ambientali e una diminuzione dell'impronta di carbonio.

Cos'è un'impronta di carbonio?

L'impronta di carbonio di un prodotto o di un servizio è una misurazione di tutte le emissioni di gas serra (compresa l'anidride carbonica) durante il ciclo di vita di un prodotto.

Misura l'impatto di un prodotto o servizio sul clima. Il termine si riferisce all'anidride carbonica che è il gas serra più comune e uno dei principali responsabili del riscaldamento globale.

L'unità di misura è un kg di CO2. Quando si misura un altro gas a effetto serra, come il metano, viene convertito in CO2 - eq (equivalente).

Calcolare le impronte di carbonio può aiutarci a capire come i prodotti che usiamo influenzano l'ambiente e il cambiamento climatico. Lo scopo di misurare regolarmente le impronte di carbonio è quello di mostrare che, nel tempo, sono state fatte delle riduzioni nella quantità di emissioni associate al ciclo di vita.

I combustibili fossili come il petrolio e il gas naturale si sono formati dalla decomposizione di organismi morti, in genere milioni di anni fa. Contengono un'alta percentuale di carbonio.

I combustibili fossili sono risorse non rinnovabili e quando vengono bruciati per generare energia, producono anidride carbonica.

La produzione di cartone e cartoni richiede energia. Se questa energia è generata da un combustibile fossile, come il carbone, il petrolio e il gas naturale, allora le emissioni associate all'uso di queste risorse sono misurate in termini di emissioni di anidride carbonica fossile.

La materia prima di Carton - il cartoncino - è fatta di fibre di legno - una risorsa rinnovabile delle foreste gestite in modo sostenibile.

Gli alberi in crescita catturano e immagazzinano il carbonio (carbonio biogenico) e quando la fibra di legno viene trasformata in cartoni, il carbonio continua ad essere immagazzinato nei cartoni. L'anidride carbonica è il più comune gas a effetto serra e uno dei principali responsabili del cambiamento climatico.

Gli alberi gestiti in modo sostenibile crescono assorbendo anidride carbonica e immagazzinando carbonio - questo processo si misura in termini di carbonio biogenico. Rimuovendo il carbonio dall'atmosfera gli alberi aiutano a invertire l'effetto serra e questo processo di filtraggio fornisce una materia prima sostenibile, rinnovabile e a base biologica per i cartoni.

Il riciclaggio dei cartoni mantiene il carbonio bloccato nel materiale e impedisce che ritorni nell'atmosfera.

Quando un prodotto di carta viene riciclato, si evita che il carbonio immagazzinato nella carta torni nell'atmosfera, mantenendo nella catena del valore le fibre che provengono dalla silvicoltura sostenibile. Così, il sequestro del carbonio nei prodotti di carta è sostanzialmente prolungato dal riciclaggio. Le fibre possono essere riciclate fino a 25 volte o più e successivamente possono essere utilizzate per il recupero di energia. I benefici del riciclaggio in termini di carbonio includono anche la possibilità di accumulare più carbonio nella foresta e di ridurre il metano rilasciato dalle discariche.

Dato che ogni cartone è fatto secondo una certa specifica per essere adatto a un certo prodotto, un singolo cartone avrà la sua cifra di impronta di carbonio che deve essere calcolata separatamente.

Per dare un'indicazione generale di quanti chilogrammi di anidride carbonica vengono prodotti per ogni tonnellata di cartone che viene convertita, Pro Carton ha calcolato l'impronta di carbonio media di tutta la produzione di cartone in Europa.

L'impronta di carbonio calcolata da Pro Carton comprende il cartone primario e riciclato e i cartoni pieghevoli stampati.

Pro Carton ha compilato un LCI dei dati dell'industria del cartoncino e del cartone, che rappresenta l'intero settore, e quindi contribuisce al crescente corpo di dati sul ciclo di vita dell'industria dell'imballaggio in carta e cartone.

L'obiettivo del database è quello di fornire agli esperti del ciclo di vita i migliori dati ambientali possibili dell'industria del cartone e del cartone, in modo che le loro analisi e i loro studi siano il più possibile aggiornati e accurati.

Esperti tecnici nei processi di produzione del cartone e del cartone hanno lavorato insieme agli esperti di LCI per fornire un database che si basa sia sulla conoscenza tecnologica del cartone e della produzione di cartone che sui requisiti dello studio LCI.

Questo database contiene informazioni sull'impatto dell'intera industria europea di cartone e cartoncino sull'ambiente, misurando una serie di emissioni e riportando le medie ponderate.

Il database non dovrebbe essere considerato come un punto di riferimento per l'industria o come uno strumento di confronto tra le diverse parti dell'industria. Se sono necessarie informazioni specifiche su una particolare qualità di cartoncino, queste dovrebbero essere richieste direttamente ai produttori.

Ciclo di vita del cartone ...