2018-09-24

Premio Pro Carton Young Designers: le nuove star del design

I vincitori sono stati selezionati. Sono giovani studenti di design provenienti da Germania, Austria, Polonia e Svezia. Accompagnati dai rispettivi docenti, i vincitori sono stati premiati il 20 settembre 2018 alla presenza dei principali esponenti dell’industria del cartone e del cartoncino. Con loro erano presenti anche i dieci finalisti per condividere insieme un momento di grande emozione nell’antica e meravigliosa città di Riga, sul Mar Baltico.

Oltre 400 proposte, più di 50 scuole di design, 21 nazioni. Queste le ragguardevoli cifre che sottolineano la rilevanza del premio Pro Carton Young Designers nell’attuale panorama formativo del design industriale europeo.

Il premio per i quattro vincitori consiste in una visita alla cartiera Metsä Board, in Finlandia, e uno stage presso il produttore internazionale di cartone Mayr-Melnhof Packaging, in Austria. Il premio per i finalisti del concorso, e i relativi docenti, consiste in un viaggio pagato comprensivo di due pernottamenti nella capitale lettone e partecipazione alla cena di gala in occasione del Congresso ECMA.

Inoltre, vincitori e finalisti godranno di un’ampia visibilità grazie alla forte campagna promozionale condotta sui media commerciali e settoriali, nonché dalla partecipazione a eventi fieristici in tutta Europa.

Un alto tasso di partecipazione è stato registrato anche nella votazione del pubblico, che ha dato vita a un simpatico scambio di idee tra studenti e sostenitori sulle piattaforme social. Quest’anno, il Premio del Pubblico è andato a Stefan Pfister per la proposta “disctwist”.

 

Vincitori e finalisti del premio commentano il loro successo:

 

Vincitore packaging creativo in cartoncino – Alimenti e bevande
Björkö Duo Bag
Designer: Desiré Persson, Alva Nyström, Erika Svensson

“Volevamo infrangere le regole del classico packaging per vodka di qualità e offrire al consumatore un’esperienza indimenticabile fin dall’apertura della confezione. Le sfide principali riguardavano la scelta del materiale giusto per la costruzione da realizzare. Il premio Pro Carton Young Designers ha dato a noi giovani designer un’iniezione di fiducia e l’opportunità di dimostrare le nostre capacità”.

Il commento della giuria – È sicuramente un concept “mai visto prima”. Una vera impresa di ingegneria strutturale realizzata con il cartone che, se commercializzata, rappresenterebbe una delle novità più importanti esposte nei punti vendita.

 

Vincitore packaging creativo in cartoncino – Tutte le categorie, salvo Alimenti e bevande
Save the planet
Designer: Marie Falk

“Volevo creare un packaging ecologico che avesse una finalità precisa. Per questo ho cercato di individuare un’esigenza e trovare una soluzione, ponendo al centro l’ecosostenibilità. Volevo anche che il packaging fosse pratico e ottimizzato per la distribuzione. Il concept è stato ispirato dall’idea di combattere un’abitudine moderna: dare ai bambini alimenti non sani durante i viaggi. L’obiettivo era proporre un prodotto sano in un packaging accattivante, che non fosse solo ecosostenibile, ma servisse anche da divertente distrazione per i bambini durante il viaggio in auto o in treno. Mi sembra incredibile avere vinto per la seconda volta! So che cosa significa ricevere questo premio e conosco i vantaggi che può offrire a tutti i finalisti. Ho già creato molti contatti che mi daranno più possibilità di realizzare idee ancora più innovative.”

Il commento della giuria – È un concept interessante per vari aspetti perché ben congegnato e supportato da un’eccellente comunicazione grafica. Problema individuato….problema risolto.

 

Vincitore Save the Planet
SD Burst
Designer: Alexander Böhringer

“L’idea mi è venuta dopo avere ordinato una SD-Card online. Il prodotto è stato spedito in una fastidiosa confezione blister, troppo grande per il contenuto e difficile da aprire. La cosa mi ha talmente irritato da stimolarmi a ideare una soluzione alternativa e riciclabile. La difficoltà consisteva nel realizzare il tutto in un ingombro minimo. Per un giovane designer come me, iniziare a conoscere l’industria è molto importante. Questo premio mi ha dato l’opportunità di accostarmi per la prima volta alle relazioni internazionali. Spero che in futuro possa aprire porte e offrire opportunità di stage”.

Il commento della giuria – Un’idea semplice, ben formulata e realizzata con cura. L’efficacia della presentazione è completata da una grafica che concorre a veicolare il concept complessivo.

 

Vincitore Creative Cartonboard Ideas
Updo – Hair Accessoire
Designer: Christina Leurer

“Ogni volta che sfoglio una rivista di moda vedo accessori in plastica per capelli. Volevo creare oggetti semplici e maneggevoli utilizzando il cartoncino come alternativa. La sfida consisteva nel creare un accessorio che funzionasse con tutte le capigliature (corte, lunghe, ricce, lisce ecc.) senza rompere il materiale. Ogni idea di packaging basata sul cartoncino e priva di plastica ci aiuta a garantire un futuro migliore per il pianeta. Vincere questo premio equivale a ricevere il complimento più grande e rappresenta per me la conferma che studiare design era la cosa giusta. Desidero ringraziare i miei insegnanti per il loro sostegno.”

Il commento della giuria – È una soluzione veramente nuova e creativa, ma anche economica e adatta all’uso quotidiano. L’impatto visivo del prodotto completa l’offerta complessiva.

 

 

Finalisti

Get Inside
Designer: Tamara Bijelic, Anna Roschker

“L’idea è nata dal semplice concetto della sessualità femminile e dal modo in cui viene presentata. Molte donne provano un leggero imbarazzo quando comprano giocattoli sessuali, pertanto abbiamo cercato di ideare un packaging che le rendesse fiere dell’acquisto. Inoltre, normalmente questi prodotti sono venduti in confezioni molto semplici e poco creative. La difficoltà principale in fase di realizzazione è consistita nell’impartire al cartone la forma desiderata. Sviluppare un processo compatibile con questa geometria particolare ha richiesto una considerevole quantità di tempo”.

 

Nutsss
Designer: Martin Wunner

“Il lavoro principale è consistito nello sperimentare nuovi meccanismi di apertura e nel trarre ispirazione da design non necessariamente limitati da uno scopo. Bastava che fossero nuovi, interessanti e divertenti da usare. Una volta realizzato, il prototipo ha richiamato alla mente la forma di un serpente per le alette appuntite, quindi ho snellito la forma. La sfida principale era ottenere un packaging caratterizzato dalle giuste proporzioni e complessivamente in grado di comunicare la sensazione desiderata. La scatola doveva essere maneggevole e richiamare visivamente l’idea del serpente. “

 

Papp a smile
Designer: Helena Spindler

“Il concetto è scaturito dal mio amore per la fotografia. È sempre difficile convincere i bambini a guardare nella telecamera. Quando sei dietro l’obiettivo, non è facile intrattenerli e farli guardare nella tua direzione. La mia idea risolve il problema in modo economico e divertente. Trovo il cartoncino straordinario perché è un materiale con cui è possibile interagire in tanti modi: puoi scrivere e disegnarci sopra, ma anche cambiargli forma semplicemente piegandolo o tagliandolo.

Essere tra i finalisti del concorso aumenta la fiducia nelle mie capacità. I vantaggi offerti dal premio non si esauriscono con il viaggio (di per sé fantastico), ma perdurano nel tempo sotto forma di autostima, reputazione, opportunità di networking ed esperienza”.

 

Pop-up package project and branding of Gwiezdne Mleczko
Designer: Karolina Jakubowska

“Il mio progetto si proponeva essenzialmente di realizzare una confezione pop-up. L’intera struttura si basa sui due lembi a V che controllano il movimento delle ali interne. Una volta aperta la scatola, il fattore sorpresa è generato dalle ali che, schiudendosi, rivelano il contenuto. Di solito, l’acquisto di questo tipo di prodotto viene deciso al primo impatto visivo, quindi era essenziale creare un effetto immediato. Questa scatola pop-up è originale e include cinematismi studiati per produrre un’esperienza speciale. Inoltre, la confezione funge da base ideale per la stampa di contenuti originali destinati al marketing e ai social media.”

 

Soph Essence Hexagon Packaging Design
Designer: Matthias Mayr, Christoph Hofer

“Volevamo realizzare un packaging semplice ed elegante, ma in grado di proteggere i prodotti delicati in modo efficiente. Ci siamo subito ispirati al motto “meno è meglio” e abbiamo ideato forme geometriche semplici, ma particolarmente adatte a proteggere il prodotto. La forma esagonale ci piaceva perché insolita. All’inizio abbiamo tentato varie combinazioni, ma l’assemblaggio dei componenti risultava troppo complicato. A furia di provare, però, siamo riusciti a realizzare una soluzione usando un unico foglio “.

 

Tüta Frutta
Designer: Sarah Filipová

“Come molti altri punti vendita, i supermercati dovrebbero riconsiderare l’utilizzo delle confezioni in plastica, soprattutto per i prodotti più naturali come frutta e verdura. Questi alimenti dovrebbero essere trattati con amore e rispetto; dispiace vederli avvolti nella plastica. Per il nostro progetto volevamo creare una struttura a maglie abbastanza robusta da contenere la frutta, che riflettesse le caratteristiche del cartoncino come materiale e allo stesso tempo proponesse un design nuovo e accattivante. La nostra proposta non intende solo ottimizzare l’uso del cartoncino, ma sottolineare la necessità di cercare nuove soluzioni a problemi comuni”.


Pro Carton members, patrons, partners

Barcelona Carton
Kotkamills
Pankaboard
WestRock
RenoDeMedici
Storaenso
WEIG-Karton
Metsä Board
Mayr-Melnhof Karton
Mel
Kartonsan
International Paper
Iggesund
Fiskeby
Buchmann Karton
Billerudkorsnas
International Packaging Group
BOBST
Heidelberg
Sappi
ECMA