La produzione di cartoni inizia con la consegna di cartone.

Queste sono le fasi di produzione di un cartone:

Il design di un cartone è sviluppato e posseduto dal proprietario di un marchio che avrà un prodotto specifico che deve essere confezionato. La grafica per quel cartone viene preparata al computer e poi viene effettuata la necessaria separazione dei colori. Una volta fatto questo, si prepara una lastra di stampa o un cilindro per ogni colore che sarà usato sul cartone.

Una macchina da stampa ha diverse stazioni di stampa per ogni colore o vernice da includere nel disegno. I fogli di cartone vengono caricati sulla macchina da stampa e stampati in un solo passaggio, con ogni colore aggiunto in ciascuna delle stazioni di stampa.  Possono essere utilizzati diversi processi di stampa, tra cui la stampa offset/litografica, flessografica, rotocalco e, in alcuni casi, la stampa digitale. La stampa digitale è ancora una tecnologia emergente che dovrebbe diventare più importante per la produzione di cartoni in futuro. Permette stampe personalizzate di dimensioni molto piccole.

Su un foglio di cartone possono essere stampati diversi cartoni, quindi viene creato un layout per garantire che da ogni foglio si crei il minor spreco possibile di cartone. Questo layout viene anche usato per preparare le forme di cordonatura e taglio che verranno usate più tardi nel processo di produzione.

La maggior parte dei cartoni sono stampati con sei colori, a seconda delle specifiche che vengono fornite dal proprietario del marchio. Oltre ai colori che vengono applicati al cartone, una vernice che migliora la finitura lucida o che aggiunge una nota di colore viene spesso stampata sul cartone sopra il colore stampato.  Il cartoncino può anche essere laminato con fogli di alluminio, poliestere metallizzato, carta oleata, glassine o carta patinata.

Alla fine del processo di stampa, i fogli di cartone vengono impilati e spostati alla fase successiva della produzione: la cordonatura e il taglio. I fogli di cartoncino stampati vengono portati a una macchina che inserisce delle linee di cordonatura per permetterne la successiva piegatura e taglia i singoli cartoni dal foglio di cartoncino. Questo viene fatto usando una "forma" in cui sono impostati coltelli e regole di cordonatura. Questa è anche la fase del processo in cui è possibile aggiungere la goffratura al cartone. Come per i processi di stampa, la precisione in questa fase è fondamentale per garantire che i tagli e le cordonature siano segnati esattamente nella giusta posizione.

Una volta tagliati, i singoli cartoni vengono impilati e passati alla fase successiva della produzione che è la piegatura e l'incollaggio. Questo avviene su macchine ad alta velocità che formano i cartoni in una scatola pieghevole lungo le cuciture di piegatura e cordonatura. I cartoni pieghevoli vengono poi imballati per la spedizione al cliente, che li usa per il riempimento sulla sua linea di imballaggio.

Scopri di più sulla produzione di cartone nel modulo 6 del Pro Carton Fact Files nel nostro Publicazioni area

Una volta che un cartone arriva al negozio, un design attraente aiuta a vendere il prodotto all'interno.

Il design accattivante di un cartone ha un'influenza significativa sulle decisioni di acquisto dei consumatori.

La ricerca mostra che il 70% delle decisioni d'acquisto vengono prese spontaneamente nel punto di vendita, quindi un display attraente sullo scaffale è di fondamentale importanza.

Altri fatti sui cartoni

  • Nel 2021, si stima che 6,5 milioni di tonnellate di cartoni siano stati prodotti in Europa (fonte: ECMA).

  • Si prevede che il fatturato totale delle vendite di cartone in Europa nel 2021 sarà di oltre 12,5 miliardi di euro.

  • I cartoni sono prodotti in tutta Europa da oltre 1000 produttori.

  • I primi 10 gruppi europei di cartone pieghevole possiedono una quota di mercato di 40%. Molte delle imprese del settore sono ancora a conduzione familiare come lo sono state per molte generazioni.

Ciclo di vita del cartone ...