2014-07-21

Tendenze alimentari globali

Lascia un commento

Durante il tour mondiale organizzato dal salone francese del settore alimentare, il SIAL, 28 media di tutto il mondo hanno stabilito tre tendenze alimentari nelle proprie zone. A partire da queste l’esperto francese di retail Olivier Dauvers ha estrapolato otto tendenze globali relative all’innovazione nel settore alimentare. Pro Carton ha il privilegio di presentarle qui.

Il commercio al dettaglio si sta sviluppando ad una velocità supersonica. Il Click & Collect, cioè gli acquisti e gli ordini via internet e il conveniente ritiro dei prodotti in luoghi prestabiliti, si sta diffondendo molto rapidamente in Inghilterra e in Francia e lo si sta sperimentando in tutto il mondo. I supermercati stanno cercando linee di prodotti per attirare clienti nei propri locali. Fornitori logistici come “Amazon Fresh” stanno accrescendo la pressione. La guerra dei prezzi è estrema data la possibilità dei clienti di comparare i prezzi al momento tramite lo smartphone.

È una partita che può essere vinta solo da chi offre un valore aggiunto. Non ci sorprende, dunque, sapere che il settore alimentare in tutto il mondo è in cerca di nuove opportunità creative che offrano un vantaggio competitivo. Pur con tutte le differenze esistenti a livello locale e con i loro diversi significati, sembrano emergere otto tendenze globali. Alcune sono “vecchie conoscenze”, come la comodità, la salute, la qualità superiore, ma altre sono relativamente giovani, come gli ingredienti magici, la possibilità di cucinare a casa o l’esotismo facile.

Tendenza 1: la comodità
Abbiamo sempre meno tempo per i nostri pasti, eppure le nostre esigenze continuano ad aumentare. Ed ecco quale potrebbe essere l’asso nella manica dei produttori: aumentare il valore dei prodotti rendendone la preparazione più comoda e permettendo quindi di risparmiare tempo.

Tendenza 2: salute e nutrizione
Questa tendenza riguarda le preoccupazioni di molti consumatori in merito alla qualità del cibo che consumano. Aggiungiamo a ciò il desiderio di mantenersi in forma, sani e giovani.

Tendenza 3: provenienza locale degli alimenti
I consumatori hanno imparato che ciò che viene prodotto nella zona in cui lo si consuma è più fresco e più sano, consuma meno risorse e promuove la filiera del valore locale.

Tendenza 4: ingredienti magici
Gli additivi con proprietà “magiche” stanno acquistando popolarità: dall’olio d’oliva che fa invecchiare bene grazie ad additivi vitaminici e proteici a basso contenuto di carboidrati che promuovono resistenza e forza vitale, alla sostituzione di sostanze mal tollerate, come il lattosio o il glutine.

Tendenza 5: qualità superiore
Nei mercati saturi c’è un gran desiderio di quel “qualcosa in più”, quel piccolo lusso o sfizio da concedersi, anche se un po’ meno ragionevole ma tanto per cambiare, e che sia anche abbordabile per i borsellini meno larghi.

Tendenza 6: cucinare a casa
Cucinare a casa non è necessariamente meno costoso, ma la gente vuole sapere esattamente cosa sta mangiando. È anche piuttosto chic emulare lo chef televisivo del momento per impressionare gli altri.

Tendenza 7: facile esotismo
La nostra costante ricerca di cose nuove ci spinge a sperimentare varie cose, ma presto ci troviamo di fronte a dei limiti perché gli ingredienti per i piatti insoliti non sono sempre facili da trovare. I mix di spezie particolari pronte all’uso e i comodi piatti pronti portano i gusti di tutto il mondo nei nostri salotti.

Tendenza 8: varie dimensioni
Attualmente va di moda sperimentare con le dimensioni dei piatti: pacchetti più piccoli per single, porzioni perfette da consumare in ufficio, su una panchina al parco, nella sala d’aspetto, ma anche confezioni più grandi per il consumatore più attento alla spesa.

Cosa significa tutto questo per il packaging?
Il packaging è decisivo per il successo delle nuove tendenze e dei relativi prodotti. Le confezioni in cartone già offrono una vasta gamma di opzioni. “Questo vale per aree funzionali come quelle dei cibi da asporto, le confezioni richiudibili, le diverse porzioni, i surgelati, i cibi da cuocere nel forno a microonde, ecc., e vale per le varie dimensioni della confezione, da quelle più grandi per una logistica più semplice ai piccoli volumi per single” – dichiara Roland Rex, presidente di Pro Carton.

“Inoltre, ogni innovazione è collegata ad un’aggiunta di informazioni, di un servizio che può essere prestato al meglio mediante il packaging di cartone. Un importante studio condotto da Pro Carton ha dimostrato che il packaging è diventato il veicolo più importante per la comunicazione di informazioni per un numero sempre maggiore di prodotti. Oggi i prodotti molto spesso non sono venduti nel classico punto vendita, ed è per questo che mettere in mostra la confezione in modo perfetto su internet assume ancora più importanza per sostenere il ‘momento della verità’ a casa”.

Lascia un commento

Your email address will not be published. Required fields are marked *


Pro Carton members, patrons, partners

Barcelona Carton
Pankaboard
WestRock
RenoDeMedici
Storaenso
WEIG-Karton
Metsä Board
Mayr-Melnhof Karton
Mel
Kartonsan
International Paper
Iggesund
Fiskeby
Buchmann Karton
Billerudkorsnas
Kotkamills
International Packaging Group
BOBST
Heidelberg
Sappi
ECMA