2017-09-22

PRO CARTON YOUNG DESIGNERS AWARD: LE FUTURE STAR EUROPEE

Il Pro Carton Young Designers Award sta diventando parte integrante del curriculum di molti college. Quest’anno, al concorso hanno partecipato ben 46 scuole di progettazione provenienti da 16 Paesi, più del doppio rispetto all’anno precedente.

Pro Carton ha invitato finalisti e docenti alla cena di Gala del Congresso ECMA tenutasi a Salisburgo con cerimonia di assegnazione dei premi, regalando all’evento un tocco di gioventù!  (>> Photos from the Award Gala)

Il Creative Cartonboard Packaging Award è andato a Marie Falk, Lisa Dahlström e Henrik Bergqvist, Svezia, per la confezione Alomia Nature’s Elixir – un prodotto organico per la cura dei capelli che ha risolto molti problemi associati all’uso della plastica.

I vincitori hanno spiegato: “L’idea era di rivisitare completamente le soluzioni di packaging attualmente usate riducendo al minino l’uso della plastica, il confezionamento esterno non funzionale e lo spreco di prodotto.”

Il Creative Cartonboard Ideas Award è stato assegnato a Semih Arslan, Turchia, per la Dip & Eat Box, un contenitore per patatine fritte e altri snack che integra un comparto per la salsina. I due contenitori sono inseriti in un’unica scatola fornita in confezione piana ai punti vendita e sollevabile mediante una leggera pressione. Una soluzione semplice ed estremamente pratica.

La straordinaria qualità delle soluzioni in gara ha reso difficile il lavoro della giuria. Tuttavia, due progetti si sono distinti tra tutti per la loro unicità.

“Rispetto al passato, le proposte di quest’anno sono maggiormente concentrate sugli aspetti correlati al marketing” ha affermato Satkar Gidda, presidente della giuria. “I partecipanti hanno posto molta attenzione ai dettagli, soprattutto in termini di design strutturale, studiando approfonditamente le soluzioni esistenti e realizzando soluzioni che sfruttano al meglio le opportunità offerte dal cartoncino. Praticamente tutte le proposte in gara sono ispirate al concetto di sostenibilità.”

La giuria era la stessa degli Excellence Awards, ad eccezione di Tom Garsed, della società sponsorizzante GPI, che ha sostituito la docente Suzanne Lippitsch, esclusa per la partecipazione di alcuni dei suoi studenti al concorso. Il prestigioso panel giudicante era composto da Satkar Gidda (SiebertHead), Janet Shipton (Packknack e ex Design Director presso MPS/Chesapeake), Lotte Krekels (Carrefour), Wilfried Duivenvoorden (Unilever) e Peter Klein Sprokkelhorst (consulente tecnico della giuria).

Il voto del pubblico è andato a La Papp di Anna Kaufmann.

Commenti entusiastici sono stati espressi anche dai docenti. Timur Sebnem Ogut, della Istanbul Technical University, ha dichiarato: ”Il premio è importante per noi in quanto affronta tematiche che permettono di ampliare gli orizzonti formativi dei nostri studenti. Lo studio ha posto sfide che i giovani progettisti hanno dovuto risolvere secondo modalità che rispecchiano i nostri obiettivi educativi. Il successo ottenuto quest’anno stimolerà altri studenti a sviluppare progetti e presentare il proprio lavoro con poche immagini e parole.”

Gudi Schwienbacher, dell’Higher Graphic Teaching e Research Institute di Vienna, ha aggiunto: “Riteniamo che i concorsi internazionali stimolino i nostri studenti e li spingano a sfruttare al meglio la propria creatività fin dalle prime fasi della carriera professionale.”

Il concorso offre ai vincitori alcuni vantaggi preziosi: fare esperienza pratica presso il reparto di progettazione di uno dei maggiori cartonifici, visitare uno stabilimento di produzione e conoscere i leader del settore.

Tony Hitchin, General Manager di Pro Carton, è rimasto sorpreso dal grado di professionalità delle proposte in gara. “Non mi aspettavo di vedere tante idee brillanti eseguite con grande maestria. I cartonifici dovrebbero contattare queste scuole di progettazione e lavorare con questi giovani progettisti per evitare che finiscano in altri settori dell’industria del packaging“.

 

Vincitori e finalisti

Vincitori Creative Cartonboard Packaging

Marie Falk, Lisa Dahlström, Henrik Bergqvist: Alomia Nature’s Elixir – prodotti organici per la cura dei capelli.

Di solito, le confezioni dei prodotti per capelli sono in plastica ed è difficile erogare la dose giusta, finendo spesso per versarne troppo. La confezione Alomia non contiene plastica ed eroga la dose perfetta ogni volta.

Commento della giuria – Un’idea innovativa con un’esecuzione professionale. Questa soluzione si contraddistingue sugli scaffali grazie alla straordinaria presentazione del prodotto e alla notevole opportunità di branding. Il concetto è altamente sostenibile e basato su una ricerca approfondita. Un progetto interamente concepito in modo olistico.

Dichiarazione dei vincitori: “Abbiamo pensato alla sostenibilità in ogni fase del ciclo di vita della confezione, dalla produzione all’utilizzo, fino al riciclo, ed eliminato non solo la plastica, ma anche gli sprechi di prodotto. Analizzando a fondo il mercato target, abbiamo inoltre individuato un concetto in grado di esercitare una forte attrattiva.”
“Questo premio ci offre l’opportunità di prendere nuovi contatti e imparare molto sulle soluzioni di packaging in cartone.“

 

Vincitore Creative Cartonboard Ideas 

Semih Arslan: Dip & Eat Box.

Un cartone per alimenti fritti o snack da asporto che offre una nuova soluzione per consumare alimenti e condimenti insieme. Il packaging contiene due contenitori realizzati utilizzando una quantità minima di colla o altri adesivi, aspetto importante per la produzione e l’utilizzo efficace delle risorse. Il prodotto può essere montato esercitando una leggera pressione sulla confezione.

Commento della giuria: ideale per festival ed eventi pubblici, questa confezione risponde a un’esigenza del mercato. Molto semplice da produrre. Particolarmente apprezzata per la realizzazione in puro cartoncino. Una soluzione professionale, unica nel suo genere.

Semih ha affermato: “Intendo concentrare la mia carriera sulla progettazione di packaging in quanto mi interessa molto. Inoltre, aspiro a lavorare con le migliori aziende europee per migliorare le mie competenze e aprire nuove prospettive nel campo del design. Questo premio significa molto per me e per la realizzazione dei miei sogni.”

 

Vincitrice del Public Award

Anna Kaufmann: tende La Papp.

Anna ha spiegato: “Il mio obiettivo era ridurre la quantità di plastica e sfruttare la versatilità del cartone. L’idea di riprogettare le tende a lamelle è venuta dal fatto che questi prodotti tendono a risultare tutti molto simili. Con l’aiuto delle macchine da stampa e taglio laser ho potuto realizzare una varietà di design per adornare funzionalmente ogni finestra.”

 

Finalisti

Birgit Zuckerhut: Happinate

L’idea era di alleviare la paura del vaccino nei bambini. Si tratta di un coperchio per siringhe in grado di distrarre i bambini e farli sorridere, distogliendo il pensiero dal dolore o dai brutti ricordi associati all’iniezione.  Il nome “Happinate” nasce dalla combinazione delle parole inglesi “happy” e “vaccinate” e riflette la finalità specifica del prodotto.

Commento della giuria – Un concetto molto innovativo e un ottimo camuffamento delle siringhe. Il principio minimalistico apre nuovi orizzonti alla creatività.

Birgit ha commentato: “Come progettista mi pongo sempre nuove sfide per creare soluzioni in grado di semplificare la vita. Il cartoncino è un materiale particolarmente versatile che stimola molto la mia creatività. Il problema che intendevo affrontare era come distrarre i bambini dall’iniezione.”
“Ritengo che il Pro Carton Young Designers Award possa offrire una grande opportunità a me e al mio progetto e, forse, ispirare altri a migliorare la qualità della vita ideando nuovi prodotti in cartoncino.”

 

Emanuel Moser: Knickerboxers 

Un packaging semplice, funzionale e sostenibile per l’intimo che informa istantaneamente il consumatore in merito al prodotto. Knickerboxers è un packaging semplice, sostenibile e funzionale per la biancheria intima. La confezione contiene due paia di indumenti ed è ripiegata per conformarsi perfettamente all’indumento contenuto. Le fustellature mostrano subito al consumatore le caratteristiche essenziali del prodotto: colore, forma e tessuto. Il telaio interno della confezione tiene in posizione l’indumento mentre il design, semplice e minimale, espone istantaneamente gli attributi essenziali.

Commento della giuria – La costruzione del packaging riproduce perfettamente la forma del contenuto aggiungendo valore. Il branding unisex produce una presentazione simpatica e di qualità.

Emanuel ha aggiunto: “Volevo creare qualcosa di semplice e ho provato a ridurre il packaging all’essenziale, mostrando istantaneamente al consumatore le caratteristiche chiave. Un buon design dovrebbe contribuire a semplificare la vita. Oggi è difficile acquistare prodotti non confezionati con la plastica. Prima o dopo bisognerà trovare alternative, per questo trovo molto incoraggiante che tanti giovani progettisti siano impegnati a risolvere questo problema.”

 

Anna Kapi: Foodnook 

Una mangiatoia per uccelli moderna ed ecosostenibile, completa di semi di girasole. Il processo di montaggio risulta semplice e tutto l’occorrente è contenuto nella confezione. La scatola è provvista di una corda che, una volta tirata nei punti contrassegnati, trasforma la confezione in una casetta per gli uccelli. Una soluzione semplice e graziosa!

Commento della giuria – Un concetto di mangiatoia semplice e funzionale, caratterizzato da una notevole riduzione di materiale. Il montaggio è intuitivo e la confezione prende forma automaticamente. Inoltre, gli utilizzi di questa soluzione potrebbero essere molteplici.

Anna ha dichiarato: “È un prodotto fai-da-te per creare una mangiatoia per uccelli personalizzata da usare nel proprio giardino. In fase di studio, il mio obiettivo principale era realizzare una scatola multiforme con il minimo impiego di materiale.”

 

Kaori Agematsu: Anytime with me 

“Anytime with me” è una piccola confezione portatile per sale e pepe molto utile per il pranzo o il picnic. La confezione si apre come una scatola di fiammiferi per evitare versamenti accidentali durante il trasporto e presenta una singolare forma a clessidra.

Commento della giuria – Una buona soluzione, trasportabile ovunque e molto funzionale.

Kaori ha spiegato: “L’idea è nata dalla mia esperienza personale. Porto sempre uno spuntino a scuola e a volte mi piace insaporirlo. Ho pensato che sarebbe stata un’ottima idea realizzare una piccola confezione portatile per il sale e il pepe in alternativa alle grandi confezioni normalmente in vendita presso i supermercati.”
“ Questo premio ci offre l’opportunità di presentare le nostre idee al mondo e reinventare l’uso di materiali comuni come il cartoncino. Il successo ottenuto dimostra che sono riuscita a comunicare la mia idea, e questo mi rende molto felice.”

 


Pro Carton members, patrons, partners

Barcelona Carton
Pankaboard
WestRock
RenoDeMedici
Storaenso
WEIG-Karton
Metsä Board
Mayr-Melnhof Karton
Mel
Kartonsan
International Paper
Iggesund
Fiskeby
Buchmann Karton
Billerudkorsnas
Kotkamills
International Packaging Group
BOBST
Heidelberg
Sappi
ECMA