2016-09-16

Concorso Pro Carton Young Designers: tripudio di giovani stelle

Il concorso Pro Carton Young Designers per la creatività degli studenti nel settore del packaging in cartone questa volta è andato oltre ogni aspettativa. Tra i motivi occorre citare il nuovo premio assegnato in base ai voti espressi dal pubblico, che ha attratto un gran numero di nuovi partecipanti. Il 15 settembre 2016 i premi sono stati consegnati ai vincitori nel festoso contesto del Congresso ECMA di Cannes, alla presenza di un pubblico di personalità di primo piano dell’industria cartaria europea.

Da 14 anni il concorso sostiene la creatività nel campo delle confezioni in cartone con grande successo. Anche questa edizione ha visto l’assegnazione di due premi e quattro nomination. Pro Carton ha invitato tutti i finalisti insieme ai loro docenti alla festosa serata di gala del congresso.

Novità di questa edizione è stato il conferimento di un premio assegnato in base ai voti espressi dal pubblico attraverso il sito Internet www.procarton.com: sui social media l’attenzione si è focalizzata in particolare sull’hashtag #pcyda16, con la raccolta di 13.385 voti.

Non è stato facile per la giuria selezionare un ristretto numero di vincitori tra così tante opere in concorso. La vincitrice del premio, Isabel Tabarini (“I Have Nuts”) ha esultato: “Per me il concorso Pro Carton Young Designers è un evento importante, perché mi permette di presentare un’idea attraverso una rete internazionale che sostiene l’innovazione”.

I giudici, provenienti da tutti i settori della filiera, sono rimasti affascinati dalla varietà delle opere: Satkar Gidda (SiebertHead, presidente della giuria) competente per gli aspetti del design, Wilfried Duivenvoorden (Unilever) dal punto di vista dei brand. Lotte Krekels (Carrefour) ha espresso opinioni dal punto di vista del commercio al dettaglio, Magdalena Michalska (Multi Packaging Solutions) era presente in rappresentanza dell’industria cartaria, mentre Peter Strahlendorf (editore di “New Business”) ha rappresentato il mercato e i consumatori. Peter Klein Sprokkelhorst ha prestato la propria opera di consulenza per la giuria in merito agli aspetti più tecnici dei progetti presentati.

Il Presidente della giuria, Satkar Gidda, ha dichiarato: “Si tratta di un concorso di design tanto atteso per le idee incredibilmente innovative e le soluzioni straordinariamente intelligenti delle quali siamo stati testimoni in passato. Nel corso dell’edizione di quest’anno alcune opere si sono rivelate il frutto evidente di un class project, dato il numero di soluzioni create per un tema particolare o per una categoria specifica, mettendo così in risalto l’approccio personale dei singoli studenti al modo di affrontare il progetto da differenti angolazioni. L’aspetto affascinante è vedere utilizzi del cartone assolutamente inediti, sentieri mai battuti in precedenza. È alquanto sorprendente ciò che è possibile fare con il cartone ragionando liberamente.

La ricompensa per entrambi i vincitori consiste in una settimana di formazione speciale nei settori packaging design, marketing, vendite e retail presso Multi Packaging Solutions. Certificati e trofei sono stati presentati dal Presidente di Pro Carton, Roland Rex. Tutti i finalisti hanno anche ricevuto un attestato.

 

CREATIVE CARTONBOARD PACKAGING
WINNER
I Have Nuts®: Isabel Laugerud Tabarini

Isabel Laugerud Tabarini: “Normalmente si consuma una barretta energetica prima dell’allenamento e una barretta ad alto contenuto proteico poco dopo aver terminato. Io ho pensato a una singola confezione in grado di contenerle entrambe. La principale sfida durante lo sviluppo del design strutturale della confezione era ottenere la massima semplicità, non solo in termini di progettazione, ma anche per quanto attiene al processo di fabbricazione di un singolo pacchetto con due scomparti (tra loro indipendenti). Il concorso Pro Carton Young Designers mi consente di creare e condividere questa idea attraverso una rete internazionale che sostiene l’innovazione”.

 

CREATIVE CARTONBOARD IDEAS
WINNER
Off The Hook: Sarah Strobl

Sarah Strobl: “Il reale valore del premio consiste nell’avermi dimostrato che sono in grado di progettare idee che vengono apprezzate al di fuori del mio ambiente abituale. Mi sono davvero divertita a lavorare su questo progetto, è stato semplicemente meraviglioso essere in grado di provare qualcosa di nuovo. Sia con il concorso sia con il mio progetto ho la sensazione di aver già compiuto un passo in avanti per avvicinarmi al tipo di progettista che voglio diventare, e di questo sono veramente grata”.

 

PUBLIC VOTING WINNER
Paper Bow Tie: Franz Mühringer

Franz Mühringer: „L’idea era quella di creare un papillon con un unico pezzo di cartoncino, che stesse su un foglio A4 e senza parti da assemblare. Il prodotto dovrebbe fungere da invito per il prossimo evento Pro Carton. Inoltre, potrebbe essere venduto come accessorio o servire per pubblicizzare magliette in un negozio.”

 

 

FINALISTS
Herbal Corner: Stephanie Vetter

Stephanie Vetter: “Trovavo davvero avvincente l’idea di aprire di scatto la confezione in cartone per svelare l’interno. Mi piaceva anche l’idea di coltivare piante direttamente dalla confezione. Dopo di che, grazie a una concatenazione di circostanze, è spuntato “l’angolo delle erbe”. Penso che sia un’esperienza fantastica avere la possibilità di partecipare al concorso Pro Carton Young Designers e imparare così tanto da questo evento. Tenendo conto del fatto che mi sono appena laureata, rappresenta un trampolino di lancio molto utile per iniziare la carriera”.

 

Good seed makes a good life! Magdalena Witkowicz

Magdalena Witkowicz: “La prima difficoltà è stata creare una confezione la cui forma esprimesse le giuste emozioni e associazioni di idee. Anche il sistema di dosaggio si è rivelato una grande sfida: con una superficie abbastanza ampia per dosare i semi comodamente e senza strappare il cartone. Il concorso Pro Carton Young Designers è una grande opportunità per incontrare importanti esponenti dell’industria del packaging e cartaria provenienti da tutta Europa. Mi piacerebbe lavorare in questo settore”.

 

Innobox – The Innovative Shoebox: Julia Kauer, Gerfried Pietsch, Sebastian Schober, Adrian Strobl

Adrian Strobl: “La sfida maggiore consisteva nel realizzare il meccanismo di apertura a pressione verso il basso utilizzando unicamente il cartone. Volevamo costruire un prodotto sbalorditivo e di alta qualità, senza tuttavia rinunciare alla semplicità costruttiva e impiegando le risorse in modo efficiente. La prossima sfida sarà lanciare innobox sul mercato. Il concorso Pro Carton Young Designers 2016 ci aiuterà a far circolare la voce e a incontrare specialisti del mondo dell’industria”.

 

KAKAWA – Hot Chocolate: Sabine Hojdar

Sabine Hojdar: “Mi sono divertita un sacco ed è stata anche una buona occasione per espandere le mie competenze. Sono rimasta notevolmente colpita dall’impegno dimostrato da Pro Carton per la produzione di imballaggi ecologici e sostenibili. Quindi mi sento molto onorata del fatto che il mio progetto sia stato premiato da una giuria così importante. Inoltre, avere la possibilità di presentare la mia idea di packaging è stata un’esperienza molto emozionante e nello stesso tempo rassicurante, perché mi indica che sto percorrendo la strada giusta per la carriera”.

 

Le dichiarazioni dei docenti:

Agnieszka Andruszkiewicz, docente presso la Scuola superiore di arte e design di Łódź

“Nel processo di insegnamento intendo principalmente cambiare la percezione di carta e imballaggi. Vorrei dimostrare che l’imballaggio in carta può assumere una molteplicità di forme diverse e non deve apparire come le normali confezioni sugli scaffali dei negozi che ben conosciamo. Mi entusiasma una struttura intelligente che può conferire proprietà speciali, come una grande resistenza del materiale o un’imbottitura in grado di assorbire gli urti. Inoltre vorrei insegnare come utilizzare ad arte le speciali proprietà della carta, per esempio le proprietà termiche per proteggere i contenuti freddi. A mio avviso la carta dispone di grandi potenzialità e può essere impiegata in maniera stupefacente per un gran numero di finalità diverse”.

Giovanni Corsaro, Istituto superiore per l’insegnamento e la ricerca delle arti grafiche, Vienna 

“Ritengo che il concorso Pro Carton sia un evento di grande importanza nell’odierno mondo digitale, che consente ai futuri designer di restare in sintonia con il linguaggio formale e la tattilità dei media analogici. Il packaging design di oggi deve andare oltre la semplice ideazione di imballaggi gradevoli, deve avere un valore aggiunto o creare un nuovo prodotto che sia unico, innovativo e sostenibile per i consumatori. Sono fermamente convinto che fra qualche anno Pro Carton non solo rappresenterà il packaging nella sua forma classica, ma darà maggiore spazio anche a design industriale e architettura.

Susanne Lippitsch, docente presso l’Università Joanneum di Graz e l’Accademia di grafica pubblicitaria di Salisburgo

“Il concorso permette ai giovani designer creativi di presentare le loro idee al pubblico e, come parte dell’evento, di stringere importanti contatti in ambito industriale. La pubblicità a mezzo stampa riguardante il concorso è estremamente preziosa e, come nel mio caso – io stessa sono stata vincitrice nel 2002 – segna l’inizio della carriera professionale”.

 

Per condivisioni, “like” e commenti su finalisti e vincitori visitate il sito www.procarton.com, dove sono anche disponibili immagini da stampare, informazioni dettagliate e video.

La nuova competizione avrà inizio tra qualche settimana, all’inizio del 2017. Chi fosse interessato può registrarsi fin da subito. La scadenza per le candidature è fissata per il 25 maggio 2017.

Informazioni dettagliate con immagini da stampare e video sono disponibili sul sito www.procarton.com


Pro Carton members, patrons, partners

Barcelona Carton
Pankaboard
WestRock
RenoDeMedici
Storaenso
WEIG-Karton
Metsä Board
Mayr-Melnhof Karton
Mel
Kartonsan
International Paper
Iggesund
Fiskeby
Buchmann Karton
Billerudkorsnas
Kotkamills
International Packaging Group
BOBST
Heidelberg
Sappi
ECMA